• +39 0521 957595
  • Email info@auroradomus.it

News

A Castelsangiovanni, inaugurato l'alloggio che regala week-end di vita indipendente

Da "La Libertà" del 12 Giugno 2022

"L'isola del tesoro" ospiterà ogni fine settimana cinque ragazzi del distretto di Piacenza Ponente seguiti da educatori. 

Si chiama "l'isola del tesoro" ed è un appartamento con le pareti dai colori arancio, lavanda e tortora al primo piano di una palazzinadi via Garibaldi. Il "tesoro" contenuto al suo interno sono i ragazzi speciali che in ogni fine settimana vi abitano. Cucinano vanno a fare la spesa, rifanno il letto. In una parola sperimentano la vita indipendente e, perchè no, si preparano un domani a vivere lontano dai loro genitori, come qualsiasi alra persona adulta e autosufficiente.

L'inaugurazione dell'appartamento "per la vita indipendente" rappresenta come è stato sottolineato da più parti, "un sogno che si realizza" anche e soprattutto dopo le traversie che il progettto ha dovuto passare.

"Avremmo dovuto aprire nel febbraio del 2020, ma il giorno dopo lo scoppio della pandemia ci guardammo in faccia e decidemmo di sospendere per qualche settimana"  ha ricordato la responsabile dell'ufficio di piano Silvia Castagna. L'appartamento, il cui logo è stato ideato dai ragazzi delle scuole medie è a disposizione dell'intero distretto di Ponente per cui rappresenta la prima e finora unica struttura nel suo genere presente nei 21 Comuni del comprensorio di Valtrebbia, Valluretta e Valtidone.

Quelle inziali poche settimane di attesa sono diventate così due anni, ma alla fine il sogno per i ragazzi speciali e per le loro famiglie è diventato realtà. In ogni fine settimana nell'appartamento ristrutturato convivono fino a cinque ragazzi insieme a un educatore della Cooperativa Auroradomus che li segue nei vari momenti della giornata. Gli educatori della cooperativa sono Daniela Rossetti, Marika Guolo, Alessia Sorsi e Ivan Santoro coordinati dalla responsabile Arianna Guarnieri. Con loro di notte lavora anche un'operatrice socio-sanitaria.

"Questa - ha sottolineato la responsabile Arianna Guarnieri - è una casa costruita da chi la abita e dal territorio in cui è inserita, che ne supporta il percorso di autonomia".

La cartina tornasole è data dalle storie dei ragazzi e il gradimento delle loro famiglie che da anni aspettavano di poter dare ai loro figli un'opportunità del genere.

"Oggi - ha sottolineato la sindaca Lucia Fontana - è l'avvio concreto di un progetto che tale non è più e alla cui riuscita abbiamo lavorato tutti".

Auroradomus Cooperativa Sociale

Via G.S. Sonnino 33/A
43126 Parma 
info@auroradomus.it
Telefono: +39 0521 957595
Fax: +39 0521 957575

Iscriviti alla newsletter del Gruppo Colser-Auroradomus